L’idea di una società più civile. Il debutto del CISA

Si è svolta ieri nel salone di rappresentanza di Palazzo Tursi la prima riunione del CISA, il Consiglio per la Cooperazione Internazionale, Solidarietà e Accoglienza istituito dal Comune di Genova.
Il consiglio nasce per valorizzare e coordinare le risorse locali in vista di una maggiore collaborazione tra le istituzioni e le forze della società civile sulle politiche di solidarietà internazionale, cooperazione decentrata e accoglienza.
Vi hanno aderito, per ora, cinquanta associazioni che hanno eletto presidente Alberto Rizzerio di Januaforum. Potranno avanzare richiesta, in futuro, di entrare a far parte del CISA tutti i soggetti della cooperazione allo sviluppo che abbiano sede operativa nel Comune di Genova e siano attivi da almeno un anno nei settori della solidarietà, cooperazione internazionale e sviluppo.

 

Il saluto del Sindaco di Genova, Marco Doria

“Affrontiamo insieme una delle grandi questioni della nostra epoca – ha detto il Sindaco Marco Doria nel suo discorso di saluto – il fenomeno migratorio. Un fenomeno strutturale che non può essere rimosso, che si propone e continuerà a proporsi e le soluzioni non devono riguardare solo la sua gestione ma l’idea stessa di comunità civile”.
Nell’ambito della Città Metropolitana soltanto 21 comuni su 67 accolgono.
“Occorre una forte unità di valori – continua il Sindaco – ma purtroppo non sempre i valori sono condivisi. Auspichiamo che il CISA diventi un denominatore comune di approccio e ci rimbocchiamo le maniche”.

 

Presentazione del CISA a Palazzo Tursi

Simona Tarzia

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*