Totò Riina: ecco cosa ha detto la Cassazione

Il capo dei capi di Cosa Nostra, Salvatore “Totò” Riina, latitante dal 1969, viene catturato nel 1993  grazie al CRIMOR, la squadra speciale dei ROS guidata dal Capitano Ultimo.
Da allora sconta 16 ergastoli per omicidio e strage nel carcere di Parma, al 41-bis.

Riina oggi ha 86 anni e una malattia cardiaca, per questo motivo i suoi avvocati hanno presentato al Tribunale di Sorveglianza di Bologna un’istanza per chiedere la sospensione della pena o gli arresti domiciliari, istanza che è stata respinta.
È arrivata ieri, infatti, la pronuncia della Cassazione che annulla con rinvio l’ordinanza del tribunale di Bologna. Quindi è tutto da rifare.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DELLA CASSAZIONE:

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: