Centro Storico: dal 10 luglio un segnale importante contro il degrado

Genova – Nuovo servizio di controllo del territorio per la vivibilità e il decoro nel centro storico

Partirà già lunedì, 10 luglio, il nuovo servizio per la vivibilità e il decoro del centro storico voluto dall’assessore alla Sicurezza Stefano Garassino per intervenire con urgenza sulle situazioni di degrado della città vecchia e delle aree più turistiche della città e messo a punto dal Comando di Polizia Municipale.

“L’obiettivo – dice l’Assessore Stefano Garassino – è quello di rispondere alle richieste di abitanti e commercianti che segnalano da tempo situazioni di degrado e di forte compromissione del decoro di tutta l’area, comprese le zone più frequentate dai turisti. I primi problemi ad essere affrontati saranno ogni forma di abusivismo, dai venditori – italiani o stranieri che siano – ai posteggiatori abusivi, la questua molesta, gli assembramenti di persone ubriache e anch’esse moleste, le irregolarità commerciali segnalate dai residenti soprattutto nei negozi gestiti da stranieri nella zona di Pre'”.

Le pattuglie si moltiplicheranno. Saranno 3, col territorio diviso in altrettante aree: ponente, levante e quella centrale, che comprende piazza De Ferrari, via San Lorenzo, piazza Banchi, piazza Caricamento e il Porto Antico. Quest’ultima zona è quella più turistica e dove, al contempo, come a Pre’, si verificano molteplici situazioni di disturbo alla quiete pubblica e di percezione di insicurezza.

Il servizio sarà previsto dal lunedì al venerdì, ma anche il sabato e la domenica è stato deciso l’aumento della presenza del personale di polizia municipale. Due le novità, oltre alla consistenza di personale: le pattuglie saranno dedicate, con la gestione della sosta e del traffico a cornice affidato agli altri uomini del I distretto in turno, il che consentirà agli agenti del centro storico di dedicarsi a contrasto del degrado e della vivibilità; la collaborazione tra il Territorio e i Reparti Speciali della Polizia Municipale: Commercio e Pg (polizia giudiziaria). A formare le pattuglie, coordinate dal I Distretto (quello del centro), saranno infatti, quotidianamente, gli agenti del reparto Commercio che meglio possono intervenire sui temi specifici oltre – in giornate prestabilite – a quelli della Pg. Saranno decisi, di settimana in settimana, obiettivi strategici sui quali dovranno intervenire le pattuglie riunite.

“Siamo certi che la professionalità degli uomini della polizia municipale, con una dotazione di personale finalmente adeguata, potrà incidere positivamente sulla vivibilità del centro storico e delle aree turistiche – prosegue l’Assessore Garassino -. I temi della vivibilità e del decoro sono i primi che i cittadini genovesi ci hanno dato mandato di affrontare. Abbiamo ascoltato la voce dei cittadini, del territorio, che già nelle ultime settimane hanno lanciato appelli raccolti dal presidente del Municipio Centro Est Andrea Carratù. Si parte con il centro storico, con uomini che conoscono il territorio e sanno come operare, ma la formula sarà poi esportata in tutta la città con il nuovo Nucleo Vivibilità che sarà rinforzato con il nuovo personale, assolutamente necessario, che abbiamo deciso di inserire e che arriverà al più presto”.

Il concetto di base del nuovo servizio previsto per il centro storico è quello di mettere in condizioni le attività economiche del commercio e del turismo esistenti sul territorio di lavorare con maggiore tranquillità e senza dover fare i conti con il degrado e con la concorrenza sleale, consentendo anche a cittadini e turisti di godere dello straordinario patrimonio della città vecchia nella massima tranquillità. “Riteniamo, comunque, che, nei casi in cui presentino veri e propri problemi di ordine pubblico, sui quali la polizia municipale non ha competenza, la collaborazione tra gli agenti della Pm, esperti del territorio e in materia annonaria, con le forze di polizia sarà determinante per risolvere anche le situazioni più difficili”, conclude Garassino.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.