Mi ricordo… di Silvia Stefani

Ricordo i giardinetti di via Borgoratti e la fabbrica di biscotti, lì vicino. Ho ancora nel naso il profumo dolciastro che arrivava dal forno e mi pare di sentire nelle mani la consistenza della pasta, che i fornai regalavano a noi bambini per giocare.

Ricordo che il ghiacciolo costava 50 lire e noi, dopo averlo mangiato, controllavamo il bastoncino con la speranza di trovare  la scritta ‘omaggio’, che dava diritto al raddoppio.

Ricordo l’asilo (nessuno lo chiamava ‘scuola materna’) e la chitarra di plastica che spaccai sulla testa di un bambino impertinente , guadagnandomi il nomignolo ‘Silviaccia’ ma anche il rispetto di tutti i maschietti della classe.

 

One Comment

  1. CORRADO CALLERO

    Era già bellissima da piccina, nella foto da sola è già la Silvia di sempre

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*