Cinque donne: quando il giornalismo d’inchiesta apre nuovi spunti alle indagini

Genova – “Cinque donne”, il libro di Tommaso Fregatti, Marco Grasso, Matteo Indice e Marco Menduni, ripercorre cinque casi freddi genovesi di donne uccise senza che sia mai stato scoperto il colpevole.

Cuore dell’inchiesta giornalistica, che ha portato nuovi spunti alle indagini, è il grande lavoro di rilettura “dei vecchi fascicoli archiviati, dei verbali e delle intercettazioni”, spiega Indice che poi conferma: “Abbiamo colto elementi che in passato non erano mai stati colti e le tracce che si trovano in questo libro sono alla base di nuovi accertamenti riavviati dagli investigatori”.

Un lavoro meticoloso, che ha richiesto mesi per ricostruire l’ambiente che si nascondeva dietro questi omicidi e, per la prima volta, ha fornito un racconto esauriente e particolareggiato: “Siamo riusciti a raccontare quanto non era mai stato raccontato grazie a un impegno d’equipe”, osserva Grasso mentre ci svela qualche particolare su quello che tutti ricordano come il “delitto del trapano”.
Ascoltiamo le interviste.

Simona Tarzia

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.