Fumata nera per i lavoratori di Trony: continua l’emorragia occupazionale a Genova

Genova – La riunione di giovedì scorso a Roma tra il possibile nuovo acquirente e le organizzazioni sindacali non ha prodotto i risultati sperati: l’investitore interessato all’acquisto del ramo Frc ha espresso dubbi rispetto all’acquisizione del punto vendita genovese di via XX Settembre. Il negozio occupato oggi da Trony, chiuso dal 30 dicembre scorso, pare già rilevato da un’altra catena.

Le segreteria Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil esprimono forte preoccupazione in merito al futuro dei 16 lavoratori genovesi, e chiedono l’immediato intervento delle istituzioni locali e della città per aiutarci a salvaguardare i posti di lavoro.

La trattativa proseguirà al Ministero dello Sviluppo Economico nei prossimi giorni, l’esito della stessa non è ancora prevedibile.

Riteniamo inconcepibile e inaccettabile la continua emorragia occupazionale che sta colpendo la piazza di Genova, specie nel settore del commercio: sono, oggi più che mai, indispensabili nuovi investimenti pubblici e privati per mettere in sicurezza i lavoratori e le loro famiglie.

Segreterie Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uiltucs Uil Liguria

 

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.