Arrivano 85 nuovi “buccini”. Ecco chi paga i dissuasori antiterrorismo

Genova – Questa mattina, nel Salone di rappresentanza di Palazzo Tursi, il Sindaco Marco Bucci ha ricevuto gli sponsor dei “buccini”, i dissuasori antiterrorismo battezzati così dal vicesindaco sulla scia dei “tognolini”, altro tipo di dissuasori introdotti in Italia per la prima volta da Carlo Tognoli quando ricopriva la carica di Sindaco di Milano.

Allo stesso modo, i “buccini” sono una novità per l’arredo urbano di sicurezza e per questo A.S.Ter li ha brevettati cominciando un percorso interessante dal punto di vista delle royalty: “Genova ha trovato una coniugazione importante tra sicurezza ed estetica” precisa Stefano Garassino che assicura: “Mi farò portavoce di questa cosa perché credo che anche le altre città d’arte in Italia possano aver bisogno dei nostri cubi”.

I dissuasori, collocati secondo una mappa disegnata dall’assessorato e dall’ufficio politiche di sicurezza, di concerto con la Prefettura e i Vigili del Fuoco, hanno punteggiato le principali vie dello shopping cittadino: via XX settembre (3), via san Vincenzo (10), piazza De Ferrari (3), via San Lorenzo (14), piazza Raibetta (7), piazza Caricamento (12). Ventisei cubi-dissuasori hanno fatto la loro comparsa a Sestri Ponente, mentre altri 10 completeranno il sistema di sicurezza a tutela di cittadini e turisti in via Garibaldi e in via Cairoli. Per queste ultime due vie verrà rispettata la caratteristica di quelli già posizionati ad agosto nelle stesse strade (ovvero granito di Baveno), mentre gli altri saranno in calcestruzzo con finitura rosa (come per via XX settembre).

Ecco l’elenco degli sponsor: Armanino Alessia, Associazione Onlus Riccardo Traverso, Assoutenti Leguria, Cigisped, Giglio Group, Grandi Navi Veloci, Gruppo Spinelli, Iren, La Boutique del Pesce in Albaro, Linear Apparecchi Acustici, Montres & Bijoux, Oscar Life, Piccardo Ambulatorio Dentistico, Rimorchiatori Riuniti, Robba e Terminal San Giorgio.

Entro la fine del mese, tra via Piave e Boccadasse, verrà completata, con la collocazione di altri 74 nuovi dissuasori, la messa in sicurezza della più lunga e frequentata, soprattutto nei mesi primaverili, passeggiata fronte mare della città.
In tutto, una volta completato il progetto “Sicurinsieme”, saranno 200 i “buccini” posizionati a Genova.

Simona Tarzia

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*