Corsi di pronto soccorso sanitario per marittimi, l’Ospedale Galliera unica struttura abilitata per il Nord Italia

Genova – Questa mattina, alla presenza dell’assessore regionale alla Salute Sonia Viale sono stati presentati i corsi First Aid e Medical Care che partiranno ad aprile al Galliera.
Il Ministero della Salute ha autorizzato l’ospedale di Carignano a svolgere corsi di pronto soccorso sanitario per tutto il personale navigante previsti dal Decreto del Ministero della Salute del 16/06/2016, pubblicato nella GU n. 195 del 22/08/2016, a seguito di precedente richiesta.
I corsi First Aid e Medical Care sono rivolti a tutto il personale marittimo delle navi mercantili e delle navi passeggeri, traghetti e crociere.

“A seguito della pubblicazione del decreto n. 251 del 25 luglio 2016 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Requisiti per il rilascio delle certificazioni per il settore di coperta e di macchina per gli iscritti alla gente di mare ai sensi della Convenzione STCW) che mette ordine nei corsi obbligatori per il personale marittimo delle navi da crociera, traghetti e mercantili, l’Ospedale Galliera è stato identificato dal Ministero della Salute come centro nazionale di formazione – spiega il direttore dei corsi Paolo Cremonesi, primario del pronto soccorso del Galliera – Per l’Ospedale, ma più in generale per la Regione Liguria, è motivo di soddisfazione aver ottenuto questa qualifica in quanto permette di poter svolgere i corsi nella città di Genova, senza inviare il nostro personale marittimo lontano dalla nostra Regione”.

“Ricordo che il porto di Genova è il più importante d’Italia nel Mediterraneo, ed è il più importante in Europa e si rendeva indispensabile offrire questo servizio a tutto il mondo della navigazione che porta un indotto diretto e indiretto molto importante per la vita economica della nostra città e della nostra Regione. Ancora, offrirà motivo ulteriore di collaborazione con l’Accademia del Mare, altra istituzione di grande importanza per la formazione professionale del nostro personale qualificato che assumerà posti di rilievo nel mondo del mare”, conclude Cremonesi.

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.