Appostamento della Municipale consente arresto di un rumeno con documenti falsi

Genova – La settimana scorsa, dopo alcuni giorni di appostamento è stato arrestato un giovane straniero, forse Rumeno, che si era recato presso l’anagrafe di corso Torino per chiedere un documento di identità italiano esibendo una carta di identità rumena falsificata. Gli impiegati dell’anagrafe che hanno ricevuto la richiesta hanno contattato l’ufficio falsi della Polizia Municipale e gli agenti, dopo una attenta analisi, hanno verificato la falsità del documento esibito. E’ quindi  iniziata l’attività di appostamento negli uffici dell’anagrafe dove, quando il giovane si è presentato allo sportello per ritirare il documento italiano, è stato fermato e arrestato. Il giudice ha poi convalidato l’arresto per il reato previsto dal art. 497 bis del codice penale – possesso di documenti falsi- disponendo inoltre la misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa di accertare l’identità del giovane che, una volta compiutamente identificato, dovrà rispondere anche delle false attestazioni rilasciate.