Manca il numero legale e va a vuoto il voto sul bilancio. Bucci furioso: “I cittadini devono sapere cosa è successo”. L’opposizione: “Si arrabbi con i suoi”

Genova – Manca il numero legale e salta il Consiglio Comunale di questa mattina, quello che avrebbe dovuto discutere il bilancio di previsione 2018.
Visibilmente seccato il Sindaco Marco Bucci che avverte: “I cittadini devono sapere cosa è successo”.
E dunque cosa è accaduto in Sala Rossa?
Che, di fronte alle assenze tra le fila della maggioranza, i consiglieri d’opposizione hanno abbandonato l’aula lasciando rispondere all’appello del Presidente Piana solo i 18 consiglieri di Centro Destra presenti più Paolo Putti di Chiamami Genova.
Ora si dovrà decidere un’altra data, che sarà fissata certamente non prima delle 24 ore, facendo saltare l’impegno del Sindaco e dell’Assessore al Bilancio Paolo Piciocchi di approvare il bilancio preventivo entro la fine di febbraio.

Nel frattempo, i consiglieri d’opposizione rispondono ai malumori di Bucci: “Il Sindaco Bucci è infuriato con la minoranza perché ha abbandonato l’aula? Dovrebbe infuriarsi piuttosto con i suoi consiglieri, ad esempio con Alberto Campanella di Fratelli d’Italia che questa mattina invece di trovarsi in aula a votare il bilancio postava foto su facebook sul panorama di Genova tra neve e sole” fa notare Maria Tini, consigliera del M5S.
O ancora Alessandro Terrile, Consigliere PD, che posta sui social una foto di gruppo a Tursi con la neve e scrive: “Il Consiglio Comunale più importante dell’anno, quello che deve approvare il bilancio preventivo 2018, salta per mancanza del numero legale. Noi c’eravamo. Presenti già alcuni minuti prima delle 9.00. La maggioranza no. Erano in 18 su 25″.

Simona Tarzia

Foto dal profilo FB di Alessandro Terrile