Municipio Centro Ovest a rischio commissario, Colnaghi (M5S): “Facciamo un giro di consultazioni tra associazioni e CIV per capire cosa vuole il territorio”

Genova – Il MoVimento Cinque Stelle è il primo partito del Municipio Centro Ovest ma gli undici punti in più guadagnati rispetto alle amministrative di giugno e che lo vedono passare dal 20 al 31,07%, non assicurano la “governabilità”.
Infatti, il candidato presidente dei grillini Michele Colnaghi, pur con 9.587 voti, non ha raggiunto la soglia utile del 40% prevista dal Regolamento per il Decentramento e la Partecipazione Municipale.

Rischio commissariamento
“Abbiamo chiesto e ci aspettavamo una modifica del Regolamento dei Municipi che purtroppo non c’è stata” sottolinea Colnaghi che poi, con una punta di polemica, aggiunge: “Probabilmente perché la Destra sapeva che, comunque sarebbero andate le cose, la nomina del commissario sarebbe stata loro. Questo è un gesto che riteniamo molto scorretto”.
Sampierdarena e San Teodoro, dunque, sono a rischio di un nuovo commissariamento ma, precisa ancora Colnaghi: “Non faremo alleanze. Se il signor Falcidia riuscirà a trovare una maggioranza, la nostra sarà un’opposizione ferma ma costruttiva, come abbiamo sempre fatto”.

Renato Falcidia, ex commissario e candidato Presidente della coalizione di Centro Destra, che si è giocato la presidenza in un testa a testa con Colnaghi ma che con i suoi 10.417 voti non ha raggiunto il 40%, non potrà essere nominato commissario una seconda volta a meno che non decida di dimettersi da consigliere municipale già alla prima convocazione del parlamentino, appunto quella di nomina dei consiglieri.

Una situazione ingarbugliata. Cosa succederà?
Il Regolamento prevede che la nomina del Presidente avvenga entro 60 giorni dalla convocazione della prima adunanza che si terrà sotto la presidenza di Fabio Alfarone (M5S), il nuovo consigliere anziano, cioè colui che ha ricevuto la cifra più alta di voti tra preferenze e di lista.

Nel caso non si trovasse una maggioranza stabile e si dovesse andare verso un altro commissariamento, il MoVimento sarà fermo nelle sue richieste e, puntualizza Colnaghi, “noi ci batteremo perché questo commissario sia un tecnico e non un politico, che pensi più a seguire i cantieri che a fare propaganda politica”.
Nel frattempo, “pur restando fermi nel rifiuto di alleanze – continua Colnaghi – stiamo facendo un giro di consultazioni tra le associazioni e il CIV per capire cosa vuole il territorio”.

Michele Colnaghi e Fabio Alfarone

Qui le percentuali di partiti e candidati presidenti:

Municipio Centro Ovest: M5S primo partito, ma il Presidente sarà della Lega?

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.