Presidio all’Ospedale Gaslini: i tagli mandano a casa 30 operatori delle pulizie

Genova – È iniziato questa mattina e continuerà fino alle 17 il presidio permanente dei lavoratori Coopservice davanti all’Istituto Giannina Gaslini.  È notizia di queste ore, infatti, che più di 30 tra lavoratrici e lavoratori delle pulizie operanti all’ interno dell’ospedale pediatrico saranno lasciati a casa in conseguenza del taglio di 800 mila euro che sarà operato  sul capitolato a partire dal 1 aprile.
Lo ha comunicato l’Istituto alla Coopservice, la ditta che ha in appalto il servizio di pulizie, insieme  all’immediata apertura della procedura di licenziamento collettivo per circa 35 persone su un centinaio di dipendenti.

Critici i sindacati  – Filcams Cgil, Fisascat Cisl, Uil trasporti Genova – che contestano le scelte dell’ospedale non solo a partire dalla necessità di tutelare i posti di lavoro ma fino alle preoccupazioni circa la salubrità dell’ospedale che con questi tagli potrebbe non essere più all’altezza degli ottimi attuali standard.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*