Con la giornata della stampa parte ufficialmente #Euroflora2018

Genova – Conclusi i lavori di allestimento, #Euroflora2018 si svela ai giornalisti nella giornata della stampa che anticipal’apertura al pubblico di domani, sabato 21 aprile.
L’edizione 2018 delle floralies,che mancava da Genova dal 2011, vede le produzioni e le realizzazioni di oltre 250  tra florovivaisti, maestri fioristi e decoratori floreali, che hanno letteralmente trasformato i parchi di Nervi, la più vasta area parco affacciata sul Mediterraneo.
Da sottolineare il grande lavoro degli studenti e dei docenti dell’Istituto Agrario GB Marsano, impegnati da settimane negli allestimenti, e quello degli Istituti Alberghieri Bergese e Marco Polo, coinvolti nella serata di gala in onore di giurie ed espositori, oggi al Porto Antico, che hanno realizzato due enormi torte Euroflora.

Curiosità sugli espositori italiani e stranieri
Sono 90 le aree allestite, delle quali la più grande è quella della collettiva di Regione Liguria e la più piccola quella di Bread & Roses di Genova.
Accanto a presenze storiche come il Piemonte, le regioni ad aver fatto il pieno di presenze dal lontano 1966 sono Valle D’Aosta, Campania, il Mercato dei fiori di Pescia e i Comuni di Genova, Roma e Sanremo.
In primo piano alcuni dei nomi più celebri del florovivaismo italiano: tra questi i Vivai Porcellato, Giorgio Tesi Group, Castagno Vivai oltre ai più prestigiosi florovivaisti presenti all’interno della collettiva ANVE – Associazione Nazionale Vivaisti Esportatori.
Presenti anche il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, il Gruppo Giardini Botanici d’Italia e l’Università di Genova. Numerosa e qualificata la presenza di aziende liguritra le quali i Giardini di Maggi, Vivai Crovetto Fiori, Giribaldi Sanremo Cactus, Peirano Vivai, Vivai Lagomarsino, Echecactus Flor.
Di grande valore naturalistico e didattico le presenza del Parco dellAveto e delle Miniere di Gambatesa, della Val Trebbia e Monte Antola.
A promuovere le specificità del territorio ligure ci sono i Comuni di Camogli, Chiavari, Avegno, Borzonasca, Zoagli e i 25 Comuni liguri rappresentati da ANCI.
A “tifare” Euroflora anche Genoa e Sampdoria con due aiuole dedicate.Tra le presenze straniere spicca Taiwan, con le orchidee di Joseph Wu, poi gli Stati Uniti d’America, la Francia anche con le “gemelle” Floralies di Nantes, la Spagna con significative realtà produttive e la città di Murcia. Infine,  un’aiuola è firmata dal Corpo consolare di Genova, in rappresentanza di 56 Paesi.

La Liguria in vetrina con 40 mila piante e il debutto di Itala e Francesco
In un’area di circa 2.500 metri quadri sono state posate oltre 40mila piante, mentre la cappelletta ospita le composizioni di orchidee coltivate in Liguria. Ad accogliere i visitatori all’ingresso dello spazio espositivo sei ulivi secolari di varietà taggiasca, simbolo del territorio e dell’agricoltura ligure. Alla base di ogni ulivo, vasi di margherite bianche – tra le produzioni di punta del comparto florovivaistico da vaso – nastri di fioriture colorate provenienti dalle coltivazioni autoctone, le profumatissime aromatiche in vaso, invenzione dei produttori dell’area albenganese, esportate in tutto il Nord Europa a partire dai primi anni 2000. Nella Galleria di Arte Moderna il visitatore può apprezzare le eccellenze della produzione regionale di fiore reciso: primi fra tutti i ranuncoli e gli anemoni, poi i papaveri, i girasoli e naturalmente garofani e rose produzione “storica” del vivaismo locale , fino alle fronde verdi e fiorite per le quali la Liguria si distingue a livello internazionale per l’altissima qualità. Floral designer liguri di fama internazionale hanno creato composizioni floreali che fanno da cornice alle opere d’arte esposte nel Museo. Il percorso termina nel roseto, dove una serra storica è stata attrezzata per la coltivazione del basilico genovese DOP. Tra le attrattive, ci saranno anche “Itala”e “Francesco”, frutto della ricerca varietale portata avanti dall’Istituto Regionale della Floricoltura, con sede a Sanremo, e sviluppata dalle aziende del territorio con la collaborazione delle cooperative commerciali. “Itala” – in onore di Italo Calvino, è una margherita adatta alla coltivazione in vaso con il fiore bianco, che ha da poco ottenuto la protezione comunitaria e “Francesco”, in onore di Papa Bergoglio, è invece un elleboro bianco presentato all’ultimo Festival di Sanremo, come fiore contro la violenza di genere. Per la prima volta il grande pubblico ha la possibilità di ammirarli dal vivo.

Ospite donore Pechino 2019, gemellata con Euroflora 2018
Pechino 2019, l’esposizione internazionale di orticoltura con uno spazio importante all’ingresso della manifestazione è l’Ospite d’Onore di Euroflora 2018. Quella di Genova è per Bejing 2019 la prima presentazione in Italia, con una delegazione ufficiale del distretto di Yanqing composta dal responsabile della preparazione dell’Expo Liu Mingli, da Zhang Wenjing, Zhang Xinyuan, dal general manager di CCPIT Zhang Gang e dal console generale Wang Fuguo. Previsti incontri con autorità e rappresentanti del settore florovivaistico.

I giardini di “Meraviglia nei Parchi”
Dodici i giardini selezionati dalla giuria di esperti nell’ambito del concorso Meraviglia nei Parchi promosso in collaborazione con AIAPP, dieci per la categoria professionisti, due per gli under 25. A questi se ne aggiungono tre fuori concorso. Giocosi, immaginifici, concettuali, simbolici o geometrici, le realizzazioni coniugano l’architettura del paesaggio con la rappresentazione della natura circostante e si contraddistinguono per l’uso di trasparenze. Il materiale ricorrente, ma mai predominante, è l’acciaio corten; lo spazio è lasciato al colore, al colore dei fiori. Alcune realizzazioni saranno più virate all’installazione di land art, per ottenere un effetto di stupore in contrasto con le piante secolari del parco.

 

Informazioni utili
Orari di apertura:tutti i giorni, da sabato 21 aprile a domenica 6 maggio dalle 9 alle 19.30.
Biglietti di ingresso:il numero giornaliero dei biglietti disponibili è limitato a 20mila unità, possono essere acquistati on line sul sito www.euroflora2018.it e nei punti vendita Best Union Vivaticket; presso le biglietterie della Fiera di Genova in piazzale Kennedy dal 21 aprile al 6 maggio dalle 8 alle 16; nello IAT del Porto Antico tutti i giorni fino al 6 maggio dalle 9 alle 18.

Per essere certi di visitare le floraliessi raccomanda l’acquisto in prevendita, dal momento che è possibile che per il giorno stesso non ci sia disponibilità di posti. Il biglietto comprende l’utilizzo delle navette (da piazzale Kennedy per Genova Brignole A/R, dal parcheggio dei bus turistici in corso Europa a Nervi A/R) e il treno nella tratta ferroviaria metropolitana Genova Voltri-Genova Nervi) e costa 23 €. 

L’ingresso è gratuito per bambini fino a 8 anni, biglietto ridotto a 16 €per i ragazzi dai 9 ai 16 anni. Biglietto scontato a 21 €per i gruppi di almeno 25 persone con gratuità per l’accompagnatore. Ingresso gratuito per i visitatori con disabilità al 100% (biglietto ritirabile direttamente ai welcome desk di via Eros da Ros e via Capolungo) e, in caso di comprovata necessità, dell’accompagnatore. Biglietto ridotto a 16 €per i visitatori con disabilità pari o superiore al 67%.

I cani sono ammessi, provvisti di guinzaglio e museruola. Si prega di raccogliere le deiezioni con la massima cura.
All’’interno dei Parchi e dei Musei non sono ammesse le bottiglie di vetro.

Visite guidate
Genova Experience organizza visite guidate alla manifestazione in italiano, inglese e francese con partenze alle 10.30, 12.30, 14.30, 16.30. Il costo è di 10 €a persona, per gruppi con più di 20 partecipanti tariffa ridotta a 8,50 €. Info e prenotazioni: http://www.euroflora2018.it/visite-guidate/

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.