Centro Ovest: la proposta del Movimento 5 Stelle per evitare il commissariamento

Genova – Stamattina, in conferenza stampa, il M5S ha dichiarato di aver accolto l’invito al dialogo del Centro Destra per confrontarsi su argomenti concreti nell’interesse della cittadinanza del Municipio Centro Ovest, ancora senza presidente.

Il programma del centro destra, secondo Luca Pirondini, Capogruppo in Consiglio Comunale e Michele Colnaghi,già candidato Presidente per il Municipio Centro Ovest,  è mancante di diversi punti che alla cittadinanza stanno particolarmente a cuore. Il documento che è stato preparato dal M5S dovrebbe facilitare la convergenza politica al fine di dare un governo “vero” al Municipio e non un altro Commissario. Una cosa è certa, i punti sono ben definiti e piuttosto stringenti come la lotta al degrado nelle sue varie forme, la difesa del piccolo commercio anche nell’ottica di un fondamentale presidio sociale e una particolare attenzione ai grandi lavori infrastrutturali.
Oltre a questi  argomenti, definiti più volte vincolanti,  è stata anche aggiunta la modifica della modalità di elezione del Presidente e del consiglio municipale, visto che la formula attuale non è più efficace in un sistema politico tripartitico.

La modifica dovrebbe essere attuata entro il 19 Maggio, data ultima per la possibile nomina di un Presidente presso il Municipio Centro Ovest, del regolamento per il decentramento e la partecipazione municipale nella parte che ha ad oggetto la modalità di elezione del Presidente e del consiglio municipale equiparandola a quella dei comuni con più di 15mila abitanti, facendo si che diventi Presidente di Municipio il candidato della lista o raggruppamento di liste collegate che abbia ottenuto il 50% più 1 dei voti. In caso di non raggiungimento della soglia sopra indicata si andrebbe al ballottaggio tra i due candidati che hanno ottenuto più voti.
Gli altri punti riguardano il giro d’azzardo, vera piaga sociale e i voltini di via Buranello che versano in condizioni pietose e attendono da anni un riutilizzo che possa dare a tutta la zona l’aspetto che merita.