Arrestato fruttivendolo che, tra banane e insalata, spacciava cocaina

Genova – Da qualche tempo i cittadini della zona di Sestri Ponente segnalavano che un fruttivendolo arrotondava gli incassi del suo esercizio con lo spaccio di stupefacenti. Il personale del Commissariato Sestri ha così iniziato a tenerlo d’occhio accertando effettivamente la presenza di “anomali” clienti.
Ieri per il 42enne tunisino è scattato l’arresto in flagranza di reato. Dopo aver servito la frutta a due anziani clienti, ha venduto una dose di cocaina in cambio di 45 euro ad un acquirente.
Sarà giudicato oggi con rito direttissimo.