Concorso CGIL “Disegniamo come è bello mangiare tutti insieme in mensa”: primo premio in ex equo alla scuola d’infanzia “XVI giugno” e “Vita è bella”. Il 4 giugno premiazione per il 2° e 3° posto

Genova – Ieri pomeriggio, presso la sala riunioni della Cgil di Genova, si è riunita la Commissione giudicatrice per valutare gli elaborati grafici relativi al concorso iniziato a febbraio indirizzato alle le scuole materne ed elementari genovesi dal titolo  “Disegniamo come è bello mangiare tutti insieme in mensa”.
Il concorso, organizzato dalle due categorie della Cgil che si occupano rispettivamente di mense scolastiche e scuola (Filcams e Flc Cgil) e alla Camera del Lavoro Metropolitana di Genova che ha sostenuto il progetto, ha quindi i suoi vincitori ma nessun vinto.
Infatti, la Commissione, composta dalla Prof.ssa Alessandra Varbella, docente di discipline pittoriche presso il Liceo Artistico Statale Paul Klee di Genova, il Prof. Pietro Millefiore, docente presso Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova e il maestro Angelo Salvatore Baghino, artista e pittore genovese, ha assegnato, attraverso una scheda di valutazione a punti, un primo, un secondo e un terzo premio, ma sono previsti premi di partecipazione per ciascun disegno.

PRIMO POSTO in ex equo
“Vita è bella” Scuola di infanzia, Istituto Comprensivo Maddalena-Bertani
“XVI Giugno” Scuola di infanzia, Istituto Comprensivo San Giovanni Battista

Il buono spesa da utilizzare per l’acquisto di materiale didattico (1.250 euro), messo a disposizione da CdLM, Filcams e Flc Cgil di Genova, sarà quindi diviso equamente tra le due scuole.

Visto l’interesse e i bei disegni che sono arrivati a casa Cgil, il fuori programma di aggiudicare anche un 2° e un 3° premio ha avuto la meglio; i nominativi si sapranno però solo durante la premiazione che si terrà il 4 giugno dalle 9:45 presso la “Sala Governato” della sede Cgil di Genova, occasione in cui si potranno visionare tutti gli elaborati grafici in gara e in cui avremo il piacere di ospitare tanti bambini e bambine delle scuole partecipanti.

Si sta per chiudere quindi un’esperienza incredibile, che nasce dal desiderio comune, tra le parti che l’hanno immaginata e poi concretizzata, di dare uno scossone, di creare una discussione, di sollecitare l’impegno di tutti, affinchè al centro ci fossero loro: i bambini, che hanno diritto ad un buon servizio mensa a scuola, e le lavoratrici e i lavoratori, che hanno diritto a cucinare e a servire i nostri figli nella serenità e nel rispetto del loro delicato ruolo, nel rispetto del loro Contratto Nazionale, nel rispetto della loro dignità.
Un tema importante, un concorso che ha saputo mettere in campo la creatività e il gioco dei bambini, una scommessa che ha voluto sottolineare quanto sia importante il momento del pasto a scuola e a rivendicare il suo ruolo educativo all’interno della didattica scolastica.

Un grazie sincero a tutte quelle scuole e a quelle maestre e maestri che hanno sposato gli intenti e ne hanno capito lo spirito. Ai bambini, che hanno dato il meglio di loro nel rappresentare un momento importante della loro quotidianità. A tutti quei genitori che lottano per un servizio migliore ma non sono disposti o propensi a rinunciarvi in nome del “fai da te”.

Filcams CGIL Nazionale, FLC CGIL Nazionale, CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro