Porto e aeroporto: i problemi della gestione del traffico extra Schengen a Genova

Genova – Il porto di Genova è il più grande porto d’Italia per estensione. Esso, infatti, occupa una superficie totale di 7 milioni di metri quadri circa e ha 22 Km di banchine, tra le calate passeggeri e i terminal contenitori del VTE e del SECH.
Chi si occupa di pattugliarlo è la Polizia di frontiera, con ambiti di intervento che non si limitano ovviamente al solo controllo dei titoli di viaggio dei passeggeri. Basti soltanto pensare a tutte le merci che ogni giorno sono in arrivo o in partenza con navi, aeromobili e autoarticolati. 
Lo stesso vale per l’aeroporto che, tra l’altro, vedrà ai primi di giungo l’inaugurazione di una rotta sensibile, quella per Tel Aviv.

Abbiamo chiesto a Roberto Traverso, Segretario del Sindacato Italiano Appartenenti Polizia (SIAP), se e quanto sia complesso gestire le operazioni di controllo del  traffico extra Schengen, sulle quali pesa la carenza di personale,  in un momento delicato di allarme terrorismo e con l’avvicinarsi delle vacanze estive.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*