Torino, si finge invalida per ottenere il sussidio di accompagnamento

Torino – Per lo Stato era invalida al 100% con riconosciuti ed importanti limiti alla vista, motori e cognitivi. La Guardia di Finanza di Torino, invece, al termine delle indagini ha provato che di fatto era in grado di svolgere ogni normale attività, senza necessità di alcun ausilio.

Protagonista della vicenda una settantenne di Avigliana, comune del Torinese, che è stata pedinata e videoripresa dai Finanzieri della Compagnia di Susa mentre disinvolta, passeggiava per le vie della città, attraversava incroci e vie trafficate, oppure al supermercato, intenta a scegliere i prodotti da acquistare, controllandone attentamente il prezzo e scadenze, e ancora, mentre giocava al lotto o acquistava sigarette.
Il tutto, senza il bisogno di alcun aiuto. Per i medici la donna necessitava di assistenza 24 ore su 24, in quanto risultava incapace di muoversi autonomamente.

La donna è riuscita, per oltre sette anni, a percepire indebitamente un assegno di invalidità e di accompagnamento per un totale di circa 70 mila euro, beneficiando anche di esenzioni dal pagamento dei ticket sanitari.  Sequestrati oltre 60 mila euro frutto del raggiro.

CONDIVIDI
fivedabliu.it - testata digitale di notizie, cronaca e libera informazione - icona

Redazione del quotidiano digitale di libera informazione, cronaca e notizie in diretta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *