Rintocchi di solidarietà a Norcia: i suonatori di campane donano 8000 euro alle comunità terremotate

Il refrain di questo 58° Raduno Nazionale dei Suonatori di Campane non poteva essere più evocativo: ‘Rintocchi di Solidarietà’.
Solidarietà e vicinanza per una comunità che da due anni è tornata a vivere un incubo che ben conosce, quello del sisma. Teatro di questa evocativa manifestazione è stata la piazza centrale di Norcia.
Per due giorni, il 9 e il 10 giugno, Piazza S. Benedetto, che porta i feroci segni del devastante terremoto che il 30 ottobre del 2016 ha coinvolto l’intera Valnerina, si è trasformata in un campanile all’aperto, grazie alle strutture mobili installate per l’occasione. I depositari dell’antica arte campanaria hanno fatto riverberare il suono delle campane per vie e stradine che da due anni, essendo ‘zona rossa’, erano immerse nel silenzio.
Come rivelato dall’Assessore alla Cultura e Servizi Sociali, Giuseppina Perla, è dal giorno del sisma  che tutte le campane della città di Norcia, orfane dei campanili abbattuti dal ‘Mostro’, giacciono silenti in un hangar, e per questo la Giunta comunale e i nursini che sono rimasti in città nonostante tutto, hanno accolto con sollievo questo evento, che ha innanzitutto riportato quello che per questi borghi antichi è la prima ragione di vita: il turismo.                                                                       
Per due giorni Norcia è stata invasa da 18 associazioni di campanari (provenienti anche dall’estero, vedi i sempre presenti inglesi) e dai rappresentanti delle maggiori fonderie italiane (da Allanconi a Capanni fino alla Pontificia Fonderia Marinelli di Agnone), oltre 400 appassionati che nel loro piccolo possono testimoniare quanto siano belli questi luoghi, che hanno dato i natali ad importanti santi e fondatori di ordini antichissimi, e quanto meritino di essere visitati. Al termine del week end, la Presidente della Federazione Nazionale Suonatori di Campane, Eles Belfontali, ha consegnato un assegno di 8.000 euro frutto di una raccolta fondi tra i campanari di tutta Italia, prendendo l’impegno di organizzare il prossimo raduno sempre in Umbria, ma questa volta a Gubbio.                                                                                                                                             
Quindi arrivederci tra un anno meravigliosa terra abitata da gente fiera e  meritevole di essere vissuta e visitata!

Alex Di Viesti e Marco Marsano