Due giovani arrestati per furto di moto, la notte scorsa a Sampierdarena

Due giovani arrestati per furto di moto, la notte scorsa a Sampierdarena.

Genova – Un 18enne algerino irregolare e pluripregiudicato, è stato fermato mentre era in sella di uno scooter rubato privo di chiave d’accensione in via Sampierdarena. Dopo un primo tentativo di fuga immediatamente fallito, le volanti sono riuscite a fermarlo constatando la provenienza furtiva del motociclo. Durante il trasporto in Questura sull’auto di servizio, l’algerino ha nascosto sotto il sedile due involucri di cocaina del peso complessivo di circa 1 grammo, rinvenuti dopo il controllo di routine insieme alla somma di 90 euro in banconote di piccolo taglio che portava negli indumenti e di cui non ha saputo fornire spiegazioni plausibili.
L’uomo, a quel punto, ha cominciato a dare in escandescenza opponendo una violenta resistenza nei confronti degli operatori che, dopo poco, ed a fatica, sono riusciti a contenerlo.
Durante gli accertamenti più accurati svolti in Questura è emerso che il giovane era sprovvisto di patente di guida non avendola mai conseguita ed era inottemperante ad un invito di presentazione presso l’Ufficio Immigrazione per regolarizzare la sua posizione sul T.N.
Il 18enne è stato tradotto presso il carcere di Marassi a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Un altro, cittadino dell’Ecuador di 19 anni, è stato arrestato dalla Polizia di Stato per furto aggravato continuato.
Il giovane, dopo aver scardinato il bloccasterzo di uno scooter parcheggiato in via Del Lagaccio, ha cercato di fuggire senza però rendersi conto che a difesa del mezzo era stata messa anche una catena con un lucchetto. Il 19enne, prima di accorgersi del blocco, ha condotto il mezzo per alcuni metri per poi cadere su due autovetture parcheggiate.
Non contento ha preso di mira un altro scooter ma, proprio mentre cercava di forzare nuovamente il bloccasterzo, è arrivata una volante della Questura.
Gli agenti, chiamati da un residente che aveva visto tutta la scena, hanno arrestato il 19enne proprio con le mani nel sacco.
Il giovane sarà processato per direttissima nella mattinata odierna.