Pronti per andare in ferie? Alcuni suggerimenti per chi viaggia in Italia

Abbiamo scelto qualche meta interessante e un po’ fuori dai circuiti tradizionali. Ci prendiamo volentieri questa responsabilità tanto sappiamo già che se la metà non vi soddisferà appieno lo spettacolo sarà comunque il viaggio e le occasioni culinarie che incontrerete. L’Italia è un paese di  straordinaria bellezza.

Visitare Amiternum. Tutto il giorno, tutti i giorni. Archeologia sempre aperta
Le due aree archeologiche di Amiternum –  antica città sabino-romana sviluppatasi lungo la via Cecilia nell’alta valle dell’Aterno a partire dalla metà del III  sec. a. C. – comprendono i maestosi resti dell’Anfiteatro e de Teatro. L’Anfiteatro, risalente al I secolo d.C., poteva contenere fino a 6000 spettatori (48 arcate su due piani che ne delimitano il perimetro, nei pressi dalla adiacente grande domus a peristilio).

Il grande Teatro è stato costruito nel I secolo a.C (età augustea) per ospitare circa 2000 spettatori (la parte inferiore della cavea, l’orchestra e la scena). I visitatori potranno inoltre apprezzare la ricchezza dei diversi reperti archeologici e i rilievi architettonici provenienti dal territorio (dalla stessa area amiternina, ma anche dal sito di Forcona), conservati ed esposti nelle aree archeologiche.

Fino al : 30 settembre
Prenotazione:Nessuna
Luogo: L’Aquila, Area archeologica Amiternum
Orario: dalle 9.00 alle 19.30Tutti i giorni, compresi domeniche e festivi.
Telefono: +39 087 132951. Direttore: Rosanna Tuteri
Giorni e orario apertura: Lunedì-Sabato 9.00-14.00 Chiusura settimanale: Domenica; Prenotazione: Nessuna
Sito web: http://www.archeoabruzzo.beniculturali.it
 scopri come arrivare

Le Valli del Natisone, il Friuli collinare e la pedemontana pordenonese – I luoghi della Ritirata di Caporetto
Una lunga linea in Friuli Venezia Giulia che collega la parte orientale con quella più occidentale, tra Slovenia e Veneto, seguendo  la storia e le testimonianze di quello che fu uno degli eventi più importanti e dolorosi della Prima Guerra Mondiale, il dramma di Caporetto.
Data e ora: 28 luglio 9.30
“Un ponte sulla storia” – le battaglie sul Tagliamento tra Ragogna e Pinzano
Ritrovo: Località Tabine (Comune di Ragogna, UD)
Durata e difficoltà: 4,30 h, T/E
Guida: Marco Pascoli
Data e ora: 28 luglio 14.30
Museo all’aperto “La terza linea difensiva del Kolovrat” + “Grande musica – Grande Guerra”
Ritrovo: Passo Solarie (Comune di Drenchia, UD)
Durata e difficoltà: 3h, T
Guida: Silvo Stok
Data e ora: 29 luglio 15.30
Museo della Grande Guerra di Ragogna
Ritrovo: Via Roma 23, località San Giacomo (Comune di Ragogna, UD)
Durata e difficoltà: 2h
Guida: Marco Pascoli
Prenotazione
consigliata entro le 18.00 del giorno precedente l’escursione
Costo intero: 10 euro, Under 12: gratis

Il pagamento potrà essere effettuato direttamente sul posto, versando la somma alla guida. 
Informazioni utili
passeggiate su strade sterrate con dislivello non significativo (T) o con dislivello entro i 600 metri (E). Si raccomanda di indossare scarponcini da media montagna, indumenti adatti alla stagione e di portare con sé una scorta d’acqua.
In caso di maltempo il giorno dell’escursione, sarà a discrezione dell’accompagnatore decidere di confermare, modificare o annullare la visita.

PRENOTAZIONI ED INFORMAZIONI
Marco Pascoli: +39 347 305 9719
info@grandeguerra-ragogna.it
Silvo Stok: +39 349 412 3151
silvostok@libero.it

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Udine Infopoint
Piazza Primo Maggio 7
33100 Udine
Tel. +39 0432 295972
info.udine@promoturismo.fvg.it
Pordenone Infopoint
Palazzo Badini
Via Mazzini 2
33170 Pordenone
Tel. +39 0434 520381
info.pordenone@promoturismo.fvg.it

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*