Anziana raggirata, due giovani slave in manette

Genova – Hanno attaccato bottone sul bus con una signora anziana e, una volta scese, con la scusa del caldo le hanno chiesto di poter bere un bicchiere d’acqua fresca nella sua abitazione.

Mentre una delle due giovani la distraeva, l’altra girava indisturbata per la casa. Poi, con un pretesto, si sono allontanate speditamente.

Solo a quel punto la signora ha realizzato che le intenzioni delle due donne non fossero buone. Ha visto la sua borsa aperta sul tavolo della cucina e ha appurato che dall’interno mancavano due banconote da 20 euro piegate a metà che le erano state appena consegnate dal figlio per fare la spesa.

La vittima non ha perso tempo, ha chiamato il 112 NUE descrivendo dettagliatamente le due ragazze e i poliziotti delle Volanti dell’U.P.G. hanno attivato tempestivamente le ricerche bloccando le due ladre nei paraggi, all’interno di un bus. All’atto del controllo, dentro una borsa, c’erano le due banconote piegate a metà proprio come descritto.

Entrambe di origine slava, le giovani, che hanno numerosi precedenti specifici, sono state arrestate per furto in concorso e una delle due anche per evasione perché era agli arresti domiciliari.

Fissata per questa mattina la direttissima.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*