Qui!Group, sindacati e lavoratori sul piede di guerra: “Futuro incerto, vogliamo delle risposte”

Genova – A seguito dell’incontro con l’azienda Qui Group, avvenuto oggi e richiesto urgentemente dalle Organizzazioni sindacali territoriali, le stesse organizzazioni si sono dette “decisamente insoddisfatte e preoccupate “, precisando che “abbiamo nostro malgrado preso atto dell’insufficienza di risposte da parte della stessa in merito al futuro dei lavoratori e alla tenuta aziendale.

La Qui! Group rinvia alla prossima settimana ogni comunicazione sulle soluzioni che intende attivare, senza darci però date precise.
Ci riteniamo quindi preoccupati e abbiamo chiesto che l’azienda attivi in tempi brevissimi tutte le soluzioni possibili atte a mantenere l’occupazione comunicando tempestivamente alle OOSS la data del prossimo incontro. L’assemblea dei lavoratori e delle lavoratrici che si è succeduta nel tardo pomeriggio, ha visto un centinaio di dipendenti esprimersi su come rispondere a questo attuale silenzio aziendale. Per dare voce alle loro dichiarazioni le trascriviamo integralmente associandoci con la stessa preoccupazione”.

Così i lavoratori e le lavoratrici genovesi del gruppo: “Con l’incontro di oggi, ci aspettavamo soluzioni e strategie da parte del Gruppo QUI! in risposta alla richiesta di chiarimenti che i sindacati hanno portato al tavolo in nostra rappresentanza. Soluzioni e chiarimenti che oggi non abbiamo ricevuto. Esprimiamo quindi e ancora grande preoccupazione per il nostro futuro, nonostante la fiducia nella tutela sindacale e nelle rassicurazioni che l’azienda continua a consegnarci. Per quanto i fatti dicano che ad oggi i nostri stipendi siano stati erogati puntualmente, esprimiamo delusione sui mancati contenuti che l’azienda ha portato al tavolo. Confidiamo che tutti insieme, Lavoratrici e Lavoratori, Organizzazioni sindacali, Azienda, politica e media, sapremo mettere al primo posto la tutela dell’occupazione”.

Potrebbero interessarti anche:

Qui!Ticket: il buono pasto è davvero buono?

Qui!Ticket, SIAP denuncia: “La questura costretta a bloccare i buoni pasto ai poliziotti”

Inchiesta sul crack Fogliani: bancarotta, riciclaggio, truffa aggravata. Queste le accuse che hanno portato in carcere il re dei buoni pasto