Crollo Ponte Morandi, Conte: “Avviata la procedura di revoca della concessione ad Autostrade”

Conte: la società aveva l’obbligo di curare la manutenzione  dell’autostrada A10

Genova – Al termine del Consiglio dei Ministri straordinario che si è svolto, questo pomeriggio, in Prefettura, il Premier Giuseppe Conte ha annunciato la revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia: “Non possiamo attendere i tempi della giustizia penale”, ha detto alla folla di giornalisti, “e disporremo la revoca perché non c’è dubbio che la convenzione in essere imponeva ad Autostrade la manutenzione del viadotto”.

In merito ad un eventuale e nuovo concessionario, poi ha aggiunto: “Ci sarà più rigore nella valutazione delle clausole contrattuali così da rendere più stringenti vincoli e obblighi a carico del concessionario”.

Quello delle concessioni è il sistema con cui lo Stato, proprietario della rete autostradale, ne affida la gestione a terzi. In particolare, nel caso del Ponte Morandi sulla A10, si tratta un gruppo privato controllato dalla famiglia Benetton.

st

Qui la risposta di Autostrade per l’Italia

Crollo viadotto, Autostrade si difende: “Abbiamo correttamente adempiuto ai nostri obblighi di concessionario”. E poi rilancia: “Pronti a ricostruirlo”

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.