E Falcidia dice NO. Nel Consiglio congiunto dei Municipi II V VI e VII non ci sarà il Presidente del II Centro Ovest

IL PRESIDENTE DEL CENTRO OVEST DISERTA IL CONSIGLIO CONGIUNTO SUI PROBLEMI DELLE DELEGAZIONI DEL PONENTE DOPO IL CROLLO DEL MORANDI, LE OPPOSIZIONI: SCORRETTEZZA ISTITUZIONALE


Genova – Durissima la reazione delle opposizioni al rifiuto del Presidente del Municipio II Centro Ovest, Renato Falcidia, di non partecipare al consiglio congiunto sui problemi delle delegazioni del ponente dopo il crollo del Morandi.
Nella stampa che riportiamo lo si accusa di “scorrettezza istituzionale”.

“In merito alla proposta avanzata dal Presidente del Municipio V Valpolcevera nel convocare un Consiglio congiunto dei Municipi (Valpolcevera-Centro Ovest-Medio Ponente-Ponente) per discutere la situazione che sta vivendo la città in seguito al crollo del Ponte Morandi, in qualità di consiglieri municipali del Partito Democratico, Liberi e Uguali,  Potere al Popolo e Lista Civica Insieme disapproviamo la gravissima decisione del Presidente del Municipio II Centro Ovest, Renato Falcidia, nel rifiutare tale invito.

Una scorrettezza istituzionale incomprensibile, assunta in assoluta solitudine, soprattutto in un momento come questo dove bisognerebbe dimostrare unità, condanniamo fermamente questo atteggiamento che isola il Municipio Centro Ovest e censura una possibile discussione costruttiva nell’interesse dei cittadini.
Il giorno 3 ottobre 2018 i gruppi consiliari del Partito Democratico, Liberi e Uguali, Potere al Popolo e Lista Civica Insieme saranno presenti al Consiglio congiunto dei Municipi in rappresentanza dei cittadini del Municipio II Centro Ovest”.