010.10.10 il nuovo numero unico che unisce tutti i servizi del Comune

 

 Entra in funzione da oggi lo 010.10.10, il nuovo numero unico dell’amministrazione comunale e sarà  più agevole contattare il Comune di Genova e avere informazione sui servizi comunali.  
Un numero unico – lo 010.10.10 – grazie al quale sarà possibile contattare le strutture dell’ente a servizio del pubblico, dalla polizia municipale alla protezione civile, dall’anagrafe ai servizi sociali. E poi informazioni turistiche (anche in inglese), sui tributi locali, sulle scuole comunali. Gli operatori saranno a disposizione anche per quanto riguarda le info sul commercio e le segnalazioni su manutenzioni di edifici, strade, corsi d’acqua e tanto altro.

Nelle prossime settimane verrà anche attivato il nuovo sito del Comune di Genova, con un unico punto di contatto per effettuare segnalazioni e accedere ai servizi dell’Amministrazione senza recarsi fisicamente allo sportello informazioni.

Il numero della Polizia Municipale (010 5570) rimane ancora attivo ma a breve confluirà nel numero unico delle emergenze 112 (NUE) 

Poiché il numero unico – già lanciato in alcune tra le principali città del mondo, a partire da New York per arrivare a Milano – è una novità per gli abitanti di Genova, è stata creato un indirizzo mail 0101010@comune.genova.it che servirà a raccogliere i suggerimenti dei cittadini su come migliorare il servizio o renderlo più rispondente alle loro effettive necessità.

“Semplificare il rapporto con i cittadini – dichiara il sindaco Marco Bucci – è un dovere che l’amministrazione si è posta fin dall’inizio del suo mandato. Questo strumento fa parte di un più ampio progetto di semplificazione della comunicazione tra cittadini e Comune che, nelle prossime settimane, prevede anche il lancio del nuovo sito internet del Comune di Genova con un unico punto di contatto per effettuare segnalazioni e accedere ai servizi della pubblica amministrazione senza andare allo sportello fisico. Una facilitazione necessaria per una città che vuole essere all’altezza delle grandi città del mondo”.

 

 

 

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.