Miasmi dei prodotti petrolchimici a Multedo, il Comitato di Quartiere denuncia: “Pronti ad azioni eclatanti. Non siamo cittadini di serie B”

GenovaMultedo ancora sul piede di guerra contro i miasmi dei prodotti petrolchimici: “L’aria è irrespirabile. Siamo un quartiere inascoltato da sempre, come se qui vivessero cittadini di serie B“, si legge nella lettera di protesta inviata, dal “Comitato di Quartiere di Multedo”, al Municipio VII Ponente, a Tursi, alla Regione, al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa e al Vice Ministro dei Trasporti Edoardo Rixi.

Clicca sulla foto per leggere la lettera completa

Presente sul territorio dal 2012, il Comitato denuncia da sempre le difficoltà di convivenza con 4 industrie R.I.R. – cioè a rischio di incidente rilevante – distanti anche pochi metri l’una dall’altra e tutte nel centro abitato: “Sono trent’anni che le realtà associative denunciano eventi inquinanti preoccupanti eppure, in tutto questo tempo, nessuno si è mai preoccupato di monitorare le ricadute sulla salute dei cittadini di Multedo e sull’ambiente, messi a dura prova da questa difficile convivenza“.

Da qui l’avvertimento alle istituzioni: “Viviamo da sempre nella preoccupazione di non sapere cosa respiriamo e cosa respirano i nostri figli. Adesso la pazienza è finita, pretendiamo lo stesso rispetto degli altri quartieri e siamo pronti anche ad azioni eclatanti“.

Potrebbe interessarti anche:

Multedo, qualcosa deve cambiare. Il progetto M5S che si interroga sul futuro del petrolchimico

 

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.