Multe interrotte in via Alessi, Crivello: “I cittadini genovesi hanno diritto a delle risposte”

Genova – Dopo che ieri, in Consiglio Comunale, il Sindaco Bucci ha risposto in modo evasivo e risentito alle interrogazioni dei consiglieri Lodi, Crivello e Pirondini sulle multe interrotte in via Alessi il 9 febbraio scorso: “Cosa mi contestate? State dicendo che posso fare il Sindaco in tutta Genova ma non sotto casa mia?”, la Lista Crivello ha inviato una richiesta di chiarimenti agli assessori Stefano Garassino, per la Polizia Locale, e Matteo Campora, per AMIU.

Pare, infatti, che sia stato lo stesso Bucci a telefonare al comandante della Polizia Locale, Gianluca Giurato, per interrompere gli agenti che sanzionavano le auto in sosta vietata che stavano intralciando la pulizia meccanizzata. 

Questo il testo della nota firmata da Gianni Crivello e invita agli assessorati:

“Ieri in Consiglio Comunale abbiamo richiesto, con altri colleghi, alcuni legittimi chiarimenti sulla vicenda di Via Alessi in Carignano.

Aldilà dei toni di Bucci ai quali ci ha abituato, sia a microfono aperto che a microfono spento, le risposte alle nostre puntuali domande non sono arrivate.

Quest’oggi ho scritto  per competenza agli assessori Garassino e Campora chiedendo quanto segue:

  • Chi ha comunicato agli agenti della PM operanti in Via Alessi, che avrebbero dovuto interrompere le sanzioni nei confronti dei veicoli in divieto di sosta.
  • Nel qual caso l’input fosse arrivato dalla centrale operativa del comando del Matitone, si richiede il nominativo del soggetto che ha dato l’ordine di agire in tal senso.
  • Quali sarebbero state le motivazioni che avrebbero giustificato l’allontanamento degli agenti della Polizia Municipale costretti a sospendere atti previsti dalle norme vigenti“.