Ospedale Gaslini, USB: “Il trattamento dedicato ai lavoratori non è un’eccellenza”

Genova – In una nota ricevuta da USB si rilevano alcune criticità all’interno dell’ospedale Gasliniche porteranno i lavoratori a protestare, giovedì 28 febbraio, contro l’esternalizzazione dei servizi, le diminuzioni salariali e la perenne carenza di organico.
Si legge nella nota: A soli due giorni dal subentro del personale di Genova Parcheggi ai varchi dell’Ospedale Gaslini, è stato comunicato alle OO.SS. che alcuni lavoratori addetti agli stessi varchi, dipendenti del Gaslini, perderanno parte dello stipendio a causa dell’eliminazione del turno H24. Come O.S. Usb siamo da sempre contrari ad esternalizzazioni e privatizzazioni del servizio sanitario pubblico, ancor più se questo comporta la riduzione del salario dei lavoratori che già stentano ad arrivare a fine mese”.

Non meno incisivo il coordinamento Aziendale Usb in merito alla carenza di personale: Sono stati aperti nuovi reparti senza assunzione di personale dedicato all’assistenza.Riteniamo incredibile questa situazione. Al sindacato non vengono comunicate le carenze annuali ma veniamo avvisati quotidianamente dai lavoratori stessi delle varie problematiche che vengono “risolte” da questa amministrazione aumentando i carichi di lavoro o demansionando gli infermieri”.

La nota si chiude con l’invito a tutte le organizzazioni sindacali ad aderire alla protesta del 28 febbraio anche per sottolineare le non più procrastinabili esigenze di sicurezza sul lavoro.