Incendio in via Donaver, spunta l’ipotesi del suicidio

Genova – Potrebbe aver appiccato volontariamente l’incendio che lo ha ucciso.
Questa la pista seguita dai carabinieri di San Martino che indagano sulla vicenda dell’uomo di 43 anni trovato morto nel primo pomeriggio dai Vigili del fuoco, nel suo appartamento divorato dalle fiamme.

L’uomo, appena separato dalla moglie, aveva manifestato  in passato l’intenzione di suicidarsi e per questo i vigili del fuoco erano già intervenuti nell’abitazione.
Stando ai primi rilievi del nucleo investigativo antincendio NIAT di Genova, le fiamme sarebbero partite dalla camera da letto. La casa era chiusa dall’interno con più mandate.

Il corpo è stato messo a disposizione dell’autorità giudiziaria e nelle prossime ore sarà il PM, Giancarlo Vona, a decidere se disporre l’autopsia.