Moody e Pasticceria Svizzera, firmato l’accordo: salvi i 34 lavoratori

VERTENZA MOODY, FINALMENTE FUMATA BIANCA: FIRMATO ACCORDO IN CONFESERCENTI CHE GARANTISCE LA PIENA OCCUPAZIONE DEI 34 LAVORATORI RIMASTI SENZA OCCUPAZIONE DOPO IL CRACK FOGLIANI

GenovaFirmato nel pomeriggio di ieri l’accordo che garantisce la piena occupazione dei 34 lavoratori di Moody e Pasticceria Svizzera, ad oggi senza lavoro a seguito dell’ormai noto crack Fogliani.

Maurizio Fiore, Filcams Cgil Genova, si dice soddisfatto: “L’azienda di ristorazione Hi Food, fortemente interessata al rilevamento dello storico bar del centro cittadino, ha accolto, alla presenza della società cedente Azzurra 95, le richieste che avevamo messo sul tavolo negli incontri precedenti. Tutti e 34 lavoratori, 27 ex dipendenti Moody e 7 di Pasticceria Svizzera, passeranno dal 10 giugno alle dipendenze di Hi Food mantenendo tutto il loro bagaglio di diritti pregressi e di professionalità, quindi anche l’anzianità convenzionale, il livello, la retribuzione e il contratto nazionale di settore. Siamo soddisfatti. Il percorso fatto è stato complesso e articolato, ma la costanza e la determinazione dell’azione sindacale ha fatto si che andasse nella giusta direzione. L’azienda ha espresso la volontà di riaprire il Moody nei tempi più brevi possibili a seguito di una ristrutturazione dei locali, così che i lavoratori possano al più presto riprendere la loro attività lavorativa.”

Con la chiusura positiva dell’accordo di oggi, le lavoratrici e i lavoratori rimasti senza lavoro a seguito del fallimento dello scorso 26 febbraio 2019, possono finalmente ritrovare la fiducia in un futuro occupazionale stabile.