Sciopero dei trasporti, ORSA TPL Genova: “Ecco perché noi non faremo sciopero”

GenovaOR.S.A.Trasporti Autoferro TpGenova non parteciperà allo sciopero dei trasporti dei sindacati confederali CGIL, CISL e UIL.

“Se in questi ultimi anni sono nate e cresciute molte (forse troppe) Sigle Sindacali autonome, ci sarà un perché – si legge nella nota inviata dalla segreteria di questo sindacato autonomo, nato a Roma nel 1999 -. E la spiegazione è nascosta in ciò che hanno fatto di sbagliato le Sigle storiche Cgil, Cisl e Uil (con , a traino, anche sigle minori quali Ugl e Faisa). La lista è lunga: riforma Fornero, abolizione dell’art.18, privatizzazioni, costo del lavoro scaricato sulle spalle dei lavoratori con un’infinità di contratti a perdere, chiusura e difesa della Casta Sindacale in un crescendo di privilegi. Questo mentre intorno si creava il deserto dei diritti dei lavoratori e una bolla di disoccupazione che costringeva i giovani a scappare all’estero.

“Nati per difendere i lavoratori dentro la promozione del benessere economico Nazionale – continua la nota -, i Sindacati storici lo hanno anche fatto: per decenni sono stati attori coraggiosi e insostituibili nell’emancipazione del proletariato, ma ora cosa sono diventati?
Nient’altro che elementi di instabilità politica e di regressione economica, autoridottisi al far digerire ai lavoratori accordi come quello sulla Rappresentanza Sindacale, sul Contratto Aziendale con BuslItalia, o l’ultimo Accordo sul Diritto di Sciopero, voluti da quelli che il Sindacato dovrebbe osteggiare.
Ecco perché esistiamo anche noi di Or.S.A. e le altre Sigle minoritarie”.

“L’adesione allo sciopero del 24 Luglio è un diritto sancito dalla Costituzione e pertanto libero – conclude la nota -, tuttavia la Segreteria Or.S.A. TPL Genova, per le motivazioni sopra esposte NON aderirà allo sciopero”.

La Segreteria Or.S.A. Trasporti Autoferro Tpl Genova