A Borzoli non si respira per la puzza di idrocarburi e i cittadini chiamano i Vigili del Fuoco

Genova – I cittadini di Borzoli, ancora una volta, sono costretti a chiamare i Vigili del Fuoco per la puzza di idrocarburi che ammorba l’aria da stamattina. Secondo alcuni abitanti, il fetore sarebbe dovuto anche alla mistura tra il petrolio e quelle sostanze odoranti che vengono utilizzate per coprire la puzza durante il lavaggio delle cisterne.
Un braccio di ferro continuo tra il Comitato di Borzoli e Fegino e l’azienda Iplom, che presto finirà in tribunale visto che i cittadini stanno raccogliendo fondi per pagare gli avvocati che sosterranno la loro presenza in tribunale in qualità di parte civile nel processo per lo sversamento dell’aprile 2016.

La segnalazione è arrivata anche a Arpal che probabilmente predisporrà dei campionatori passivi per valutare se ci sono emissioni nocive nell’aria.
Attualmente è presente la Polizia Locale.

Potrebbe interessarti anche:

Spostamento tubi ENI-Iplom: ecco il nuovo percorso passo per passo