La mia ultima penna da De Magistris. Oggi chiude la storica cartoleria genovese.

La prima cartoleria di De Magistris aveva aperto l’attività a Genova nell’anno 1884. Era stato Paolo ad aprire in via Giulia, quella che sarebbe divenuta via XX Settembre, questa fiorente attività. Il papà Achille fu un patriota che usava la carta stampata per lottare contro gli austriaci e fu costretto per questo motivo a rifugiarsi in Canton Ticino. Ebbe sette figli. Paolo, quello più portato per gli affari, aprì negozi e magazzini di carte d’imballaggio e altro a Genova, Torino, Roma, Palermo, Parigi, Marsiglia. A Genova fin da subito l’attività andò alla grande: un magazzino a Rivarolo, poi un negozio in via San Luca e uno in via Vernazza, dove ora c’è la Banca Passadore. Nel 1959 la sede passò nei portici dell’Accademia. Da oggi 3 agosto 2019 ditte, notai, avvocati o semplicemente amatori del bello scrivere troveranno le serrande abbassate.

Mauro Salucci

Mauro Salucci è nato a Genova. Laureato in Filosofia, sposato e padre di due figli. Apprezzato  cultore di storia, collabora con diverse riviste e periodici. Inoltre è anche apprezzato conferenziere. Ha partecipato a diverse trasmissioni televisive di carattere storico. Annovera la pubblicazione di  “Taccuino su Genova” (2016) e“Madre di Dio”(2017) . “Forti pulsioni” (2018) dedicato a Niccolò Paganini è del 2018 e l’ultima fatica riguarda i Sestieri di Genova.

SALUCCI  SUL WEB