Genova, Decreto Sicurezza bis applicato contro i lavoratori New Gel in sciopero: 19 denunce ma la lotta non si ferma

19 MANIFESTANTI DENUNCIATI DALLA DIGOS, S.I. COBAS: “LE DENUNCE NON FERMERANNO LA LOTTA. NO AL DECRETO SALVINI!”

Genova – Sono 19 i lavoratori denunciati dalla Digos per lo sciopero New Gel della notte tra il 29 e il 30 agosto a Bolzaneto, 7 dipendenti e 12 rappresentanti della sigla sindacale S.I. Cobas, in quella che è la prima applicazione a Genova del Decreto Sicurezza bis.
Le denunce per manifestazione non autorizzata, blocco stradale e  violenza privata, arrivate dopo le analisi dei video di sorveglianza, sono relative ai picchetti messi in atto tra la mezzanotte e le sette del mattino, quando sono stati impediti ai camion frigo l’ingresso e l’uscita dall’azienda.

Durissima la reazione delle rappresentanze S.I. Cobas:Oggi la repressione può vantare uno strumento in più, il Decreto Sicurezza Bis di Salvini, che a nome della sicurezza offre nuovi strumenti repressivi a padroni e questure per reprimere le legittime lotte dei lavoratori, andando di fatto ad attaccare e mettere in discussione la possibilità di mettere in campo scioperi veri e dunque l’agibilità politica e sindacale dei lavoratori dentro e fuori i posti di lavoro”.

E ancora: “Ancora una volta la mannaia repressiva ricade su quei lavoratori che hanno alzato la testa e dopo anni di brutale sfruttamento lottano contro l’allungamento dell’orario di lavoro, contro il taglio dei salari e la devastante precarietà, contro la libertà di non accettare accordi bidone firmati da sindacati compiacenti. Una lotta che per la prima volta a Genova si scaglia nella pratica, e non solo a parole, contro quei dispositivi repressivi – dal decreto Minniti a quello Salvini – che vorrebbe annichilire la lotta operaia riportando le lancette dell’orologio agli anni ’50“.

La lotta non si fermerà qua, annunciano ancora i sindacati: “Le denunce vorrebbero fermare questo. Le denunce vorrebbero evitare l’allargamento di questa lotta, l’avvicinamento di altri lavoratori che subiscono in tante altre aziende sul territorio le medesime condizioni di ricatto e sfruttamento. Le denunce vorrebbero riportare nel recinto questi lavoratori, isolarli dagli altri, per poi macellarli. Non ce la faranno“.

Sullo sciopero della notte tra il 29 e il 30 agosto 2019:

Sciopero NewGel Bolzaneto: auto forza il blocco, ferito un lavoratore durante il picchetto

Comments are closed.