La Polizia Locale gli chiude la carrozzeria abusiva al Campasso e lui la riapre in via Berghini

Genova –  L’importante è perseverare.
Era stato denunciato il 12 febbraio scorso dalla polizia locale dal nucleo Ambiente del reparto Giudiziaria della Polizia Locale perché scoperto a gestire un’autofficina abusiva a Sampierdarena, nella zona del Campasso. Gli erano stati contestati i reati previsti dalla parte quinta del Testo unico sull’ambiente sulle emissioni incontrollate in atmosfera, a cui hanno fatto seguito anche le sanzioni amministrative per l’esercizio abusivo dell’attività. Ovviamente gli erano stati sequestrati tutti gli strumenti trovati nel locale. Lui, imperterrito, ha ricomprato tutto e ha allestito una nuova carrozzeria, sempre abusiva, questa volta in via Berghini, a San Fruttuoso. Lì, presso il civico 252, ieri, lo stesso nucleo ambiente lo ha trovato intento ad armeggiare con i motori da riparare e lo ha di nuovo denunciato sottoponendo a sequestro la parte di immobile adibita a tali lavorazioni e tutte le strumentazioni usate per l’attività. Si tratta di un ecuadoriano di 50 anni in regola col permesso di soggiorno.

Ti potrebbe interessare anche

Campasso: sequestrata autocarrozzeria abusiva. Segnalati anche rischi ambientali