Al “Millevele2019” in gara Gaslini e Galliera. Il San martino, con i colori di AIL, farà da giudice di gara

“HOSPITAL SAILING RACE GENOA”: DOMANI, 21 SETTEMBRE, ALLE MILLEVELE 2019 LA PRIMA SFIDA PER LA RICERCA SCIENTIFICA TRA GLI EQUIPAGGI DEGLI OSPEDALI GALLIERA E GASLINI, CON LA BARCA-GIURIA DELL’OSPEDALE POLICLINICO SAN MARTINO
Genova –  Domani, 21 settembre, in occasione della veleggiata ‘Millevele’, due imbarcazioni a vela identiche (RS Elite monotipo) con equipaggi formati da personale medico dell’E.O. Ospedali Galliera e dell’Istituto Giannina Gaslini si sfideranno in regata a favore della ricerca scientifica. Si tratterà di una gara nella gara che unirà alla passione sportiva lo scopo benefico.

In mare anche il Vega, Grand Soleil 40, che gareggerà con i colori di AIL (Associazione italiana contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma), per l’ospedale Policlinico San Martino: l’imbarcazione, messa a disposizione dal direttore amministrativo dell’ospedale Salvatore Giuffrida, ricoprirà il ruolo di barca giuria contestualmente alla regata tra Gaslini e Galliera. A bordo salirà anche l’assessore alla Sanità e vice presidente della Regione Liguria Sonia Viale. L’appuntamento con gli equipaggi della Hospital Sailing Race Genoa è alle 9.00 allo Yacht Club Italiano al Porticciolo Duca degli Abruzzi.
La premiazione della sfida HSRG avverrà sempre domani, alle ore 17,00 presso il Salone dei Congressi dell’E.O. Ospedale Galliera (via Volta 8, primo piano). L’equipaggio della barca “Lunetta” del Galliera sarà formato da Paolo Pasquini (timoniere), Enrico Ciferri (tattico), Lorenzo Bacigalupo (manovre). L’equipaggio della barca “Luna grigia” del Gaslini sarà composto da Paolo Gandullia (timoniere), Emanuele Giacheri (tattico) e Gianmaria Viglizzo (manovre).
Hospital Sailing Race Genoa (HSRG) 2019, gara patrocinata dal Comune di Genova e sostenuta da Regione Liguria, vuole essere la prima sfida che coinvolgerà nei prossimi anni anche altre realtà sanitarie liguri e non solo, a partire dall’Ospedale Policlinico San Martino che si è già prenotato per la gara programmata nel 2020 e che giocherà comunque un ruolo strategico già da quest’anno. Per chi taglierà per primo in traguardo, il premio consiste in un modello stilizzato di barca a vela che verrà conservato dal vincitore fino all’ anno successivo, quando verrà rimesso in palio.
La somma raccolta quest’anno verrà divisa equamente fra i due Ospedali partecipanti e sarà destinata alla ricerca sulla Talassemia, nello specifico per il Centro di microcitemia, anemie congenite e dismetabolismo del ferro, diretto dal dott. Gianluca Forni dell’E.O. Ospedali Galliera, e per implementare nuovi protocolli sperimentali sui trapianti dei bambini con emoglobinopatie quali la talassemia e la falcemia, all’interno del polo di Emato Oncologia e Trapianto di Midollo Osseo dell’Istituto G. Gaslini diretto dal dottor Carlo Dufour.