Arrestato l’aggressore di piazza Cinque Lampadi

Genova – Vi ricordate la lite in Piazza Cinque Lampadi finita con un cittadino marocchino ferito e il contendente in fuga? Bene, si trattava di un  un pusher già noto alla Polizia di Stato e si chiama SUWANEH Lamin, 24enne pregiudicato di origine gambiana.

Il provvedimento è stato adottato in esecuzione dell’ordinanza di sostituzione di misure coercitive emessa dal GIP presso il Tribunale di Genova, su richiesta della locale Procura, a seguito di segnalazione di questa Squadra Mobile.

Infatti, come noto, sulla base delle indagini immediatamente attivate, l’uomo era stato individuato quale responsabile dell’aggressione commessa nella notte del 14 settembre u.s. in Piazza Cinque Lampadi, ai danni di un cittadino marocchino rimasto ferito da un coccio di bottiglia.

Il SUWANEH, già ampiamente conosciuto agli operatori della Squadra Mobile che lo avevano arrestato nell’ambito dell’operazione “Labirinto 2”, risultava gravato da divieto di dimora in Genova, misura cautelare che il soggetto aveva violato, rendendosi per di più responsabile di una violenta aggressione proprio nei vicoli del centro storico, dove non più di un anno fa era stato tratto in arresto per spaccio di stupefacenti.

Ed è sempre in centro storico che il SUWANEH è stato nuovamente tratto in arresto: gli operatori della Squadra Mobile lo hanno rintracciato nel pomeriggio di sabato scorso in a piazza del Santo Sepolcro e lo hanno condotto al carcere di Marassi, a disposizione dell’A.G.

Lite in centro storico finisce a bottigliate: un ferito e un denunciato