Fiom Cgil Savona: il mattone rende più della bicicletta, Olmo licenzia 3 operai

Savona – Non avrà i numeri di Piaggio e Bombardier, ma un’altra azienda storica del savonese rischia di scomparire per sempre.
I nomi di Olmo e di Celle Ligure sono inscindibilmente legati da quasi un secolo e rischiano oggi di dividersi.
Oggi l’azienda di Celle Ligure conta solo 12 dipendenti e fa fatica a sopravvivere in un mondo in cui è sempre più difficile stare dietro alla velocità frenetica dei gigabyte.

Forse ci vorrebbe un campione come Gepin Olmo. Ma purtroppo la classe ed il talento non si ereditano e chi gestisce oggi la Olmo non riesce ad avere nessuna idea migliore della speculazione edilizia.
Malgrado la crisi, le case rendono più delle biciclette ed il guadagno vale più della storia e della tradizione.
Oggi la Olmo comunica il licenziamento a tre dei suoi dipendenti. Un ridimensionamento che, visti i numeri complessivi, non può che essere visto come l’inizio di uno smantellamento che, appunto, cancellerebbe dal nostro territorio un altro marchio storico.
Noi vorremmo che la sfida fosse un’altra, quella più complicata di rinunciare al guadagno facile e tentare il rilancio attraverso l’innovazione e l’investimento sulle competenze e professionalità che tanto hanno dato in questi anni a questo marchio.
Ma, appunto, per fare questo ci vorrebbe coraggio e talento che c’erano un tempo ed oggi non ci sono più.
Per tutte queste ragioni è necessario che il Comune si attivi rapidamente per trovare una soluzione che salvaguardi azienda, marchio e lavoratori. Non si tratta di salvare solo i posti di lavoro, ma un pezzo di storia della città.