Giglio Bagnara compie 150 anni e festeggia con una settimana di eventi in città

“OTTOBRE GENOVESE”: L’OMAGGIO DI GIGLIO BAGNARA ALLA CITTÀ PER FESTEGGIARE I 150 ANNI CON UN FESTIVAL

Genova – Giglio Bagnara, il brand che dal 1869 veste i genovesi di tutto mondo, compie 150 anni e festeggia con una settimana di eventi.
Mostre, talk show, show-cooking, masterclass e spettacoli si susseguiranno nei luoghi più suggestivi della città: da Palazzo Ducale a Palazzo della Borsa, da Largo Pertini a Castello MacKenzie, dal Teatro Carlo Felice alla sede storica di via Sestri dove, il 19 ottobre, si apriranno ufficialmente i festeggiamenti.
L’Ottobre Genovese di Giglio Bagnara, che nasce in collaborazione con il Comune e la Camera di Commercio di Genova, è un festival per celebrare il legame profondo tra una famiglia di imprenditori e la città, tra un’azienda che ha saputo attraversare tre secoli, due guerre, le ricostruzioni, le evoluzioni dei costumi e molto altro, restando sempre, per Genova, un riferimento di stile, di innovazione, di imprenditorialità.
Fedele a questi valori, Giglio Bagnara, in collaborazione con il Dipartimento di Economia dell’Università di Genova, nel corso della tavola rotonda “Il futuro di Cultura, Turismo e Commercio nelle città storiche” assegnerà una borsa di studio per la migliore tesi di laurea o ricerca sul tema della cultura, del turismo e del commercio nelle città storiche.

“Siamo orgogliosi di essere nel cuore della città, al Carlo Felice e a Palazzo Ducale, per condividere il desiderio di essere attivi per altri 150 anniha dichiarato Enrico Montolivo AD di Giglio BagnaraL’Ottobre Genovese di Giglio Bagnara è una celebrazione della forza e dell’autenticità dei genovesi ed è nato grazie alla volontà nostra e dei nostri partner e alleati”.

GLI EVENTI
Il Festival si svilupperà in dieci giornate e oltre trenta appuntamenti, aperti al pubblico gratuitamente, dal 19
 al 26 ottobre.
Si parte con la presentazione del libro celebrativo “Genova per voi” curato da Claudio Cabona e edito da Sagep in occasione dell’anniversario. Il volume è il racconto per immagini, attraverso le fotografie di grandi artisti, della storia non solo di Bagnara ma anche di Genova ed è una fotografia dei cambiamenti, dei sogni e delle ambizioni di questa incredibile e unica città.

Nella stessa serata si celebra un altro dei simboli della Superba: il mezzaro, il grande quadrato di stoffa riccamente stampato che si affermò a Genova, proveniente dal lontano oriente, nel Duecento, quando la stampa su stoffa era del tutto sconosciuta in Occidente.

Saranno presentati al pubblico tre nuovi mezzari realizzati da Ines Paderni, Paolo Bonfiglio e dalla giovane Carolina Italiani, pittrice genovese e vincitrice del concorso “Disegna tu il mezzaro 2004” di Giglio Bagnara, organizzato in occasione di Genova “capitale europea della cultura”.

Tanti saranno gli eventi che nei giorni a seguire animeranno la città, tra cui un talk show dal titolo “Genova How are You” alla presenza del Sindaco Marco Bucci, con ospiti, tra gli altri, Giuseppe Bono di Fincantieri e Luca Ubaldeschi de “Il Secolo XIX”, una masterclass di musica con Dado Moroni, uno dei più grandi pianisti jazz e una proposta per progetto del nuovo museo Fincantieri.

E ancora, spettacoli di danza con i ballerini della Scala Sabrina Brazzo e Andrea Volpintesta, uno show-cooking con lo chef sestrese stellato Ivano Ricchebono che realizzerà un piatto creato appositamente per il 150esimo anniversario di Giglio Bagnara, la presentazione del libro dell’icona rock genovese degli anni ‘60 Michele Maisano, poi un’asta di mobili, tappeti e arredi delle dimore genovesi in collaborazione con Cambi Casa d’Aste, e infine, la mostra fotografica di Graziella Vigo, una grandissima artista italiana, pluripremiata e nota nel mondo per i suoi scatti capaci di raccontare il mondo dell’arte e quello della monda in maniera personalissima.

Non mancheranno, per tutta la durata del festival, percorsi gastronomici in numerosi ristoranti che aderiscono al Festival, collaborazioni con il mondo della cucina genovese e numerosi laboratori su viaggi, cucina e arte, disponibili gratuitamente e su prenotazione.

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO

il commento di Paola Bordilli

il commento di Barbara Grosso