Per i 150 anni di Giglio Bagnara una mostra fotografica con i volti più importanti della moda, della cultura e dell’arte

Genova – Nell’ambito dell’Ottobre Genovese di Giglio Bagnara si inaugura, il 24 alle 18.00, una mostra fotografica dedicata ai volti che hanno segnato la moda, l’arte e la cultura internazionale dagli anni ’60 ad oggi, ritratti da una delle più geniali fotografe italiane di sempre: Graziella Vigo.
La mostra edita da Electa ed esposta presso la sede di Giglio Bagnara in via Sestri 46, è curata dallo studio italo-giapponese Veronesi Namioka Bologna – Tokyo e realizzata grazie alla preziosa collaborazione con Week End Max Mara, linea lifestyle del noto marchio della holding Max Mara Fashion Group e focalizzata sullo s le “formalmente informale” e sullo “utility deluxe”.
Si terrà al terzo piano di Palazzo Lomellini, sede di Giglio Bagnara, dal 24 ottobre al 15 novembre.

Giornalista professionista, fashion editor, fotografa indipendente da sempre e per sempre, Graziella Vigo, ritra sta di fama mondiale, ha raccontato a raverso le sue immagini la moda, l’arte e lo spettacolo in maniera originale ed innovativa, tanto da essere la sola fotografa italiana presente alla documentazione della “IV Conferenza Mondiale sulle Donne” di Pechino.

In occasione dell’Ottobre Genovese, 50 delle sue più importan opere saranno rese disponibili al grande pubblico in “Portrait”, una mostra che celebra questa talentuosa artista, vincitrice dell’Ambrogino d’oro per la sua carriera di moda e per il suo impegno sociale in India e del premio della Fondazione Bellisario “per l’estro ed il genio crea vo con cui ha saputo conquistare una fama internazionale che rende merito al talento femminile e italiano nell’arte moderna”.

Tantissimi i volti che sono ritra negli sca , tra cui quelli di Giorgio Armani, Miuccia Prada, Tom Ford, Andy Warhole alcuni vol celebri di Hollywood, ispira dalla permanenza della Vigo a New York, dove si specializzò all’Interna onal Center of Photography I.C.P..

“Vivere con semplicità e pensare con grandezza” è il credo di Graziella Vigo, e questa mostra sicuramente dimostrerà quanto lei sia maestra nel rendere grande il nostro mondo a raverso un piccolo obie vo.

Nella stessa giornata, alle 16.30, ancora una volta nella sede di Giglio Bagnara, Michele Masiano, cantante vigevanese trasferitosi a Genova in tenera età, sestrese nel sangue e mito del rock in tu a la penisola negli anni ’60, svela i contenu del suo primo libro a tu per tu con la città che sin da piccolo lo ha accolto e cresciuto.