Esplosione di Quargnento, Giordano (USB Vigili del Fuoco): “Il nostro è un lavoro pericoloso che arriva in cronaca solo quando succedono le tragedie”

Quargnento (AL)“Un atto doloso, è stato ritrovato un timer”.
Queste le dichiarazioni del Procuratore Capo di Alessandria, Enrico Cieri, dopo il sopralluogo nella cascina di Quargnento dove nella notte sono morti tre Vigili del Fuoco – Antonino Candido, 31 anni, Marco Triches, 38, e Matteo Gastaldo, 47 -, intervenuti su un’esplosione intorno alle 24. Un “atto voluto e determinato”, secondo Cieri, e a testimoniarlo restano i dispositivi di innesco ritrovati tra le macerie.
Non solo. A parlare anche la dinamica che racconta di due esplosioni, la seconda avvenuta a un’ora di distanza dall’intervento di Vigili del Fuoco e carabinieri.

“Un lavoro pericoloso quello dei Vigili del Fuoco che arriva in cronaca solo quando succedono le tragedie”, così Stefano Giordano, Vigile del Fuoco e consigliere comunale M5S, che aggiunge: “Un’esplosione violentissima, il ritrovamento dei corpi dei miei colleghi è stato di forte impatto emotivo e rimane difficile comunicare lo stato di dolore di tutto il corpo nazionale. È un’altra di quelle perdite che si aggiunge alla lista nera dei Vigili del Fuoco ma oggi scelgo il silenzio per rispetto delle vittime. Domani si riparte con la lotta per costruire un nuovo corpo nazionale che non umili fino alla morte un lavoro che deve essere valorizzato sotto tutti i punti di vista”.

st

Potrebbe interessarti anche

Sotto organico e senza INAIL. I Vigili del Fuoco eroi solo quando serve?