Campasso: straripa il rio Pellegrini. I consiglieri Passeri e Lucia: “I Municipi svuotati di risorse e funzioni sono impotenti davanti alle allerta”

GenovaAssistiamo impotenti alla forza della natura e a ciò che segue dallo sviluppo di perturbazioni meteorologiche di questo livello”.


È questa la denuncia dei consiglieri del Municipio Centro Ovest, Amedeo Lucia (PD) e Mariano Passeri (LeU) che poi precisano: “Nella giornata di oggi, per ben due volte è straripato il Rio Pellegrini, un piccolo rivo che scende dal versante collinare di Belvedere e che arriva al Campasso.
Quest’estate, attraverso numerose segnalazioni, siamo riusciti ad ottenere lo sfalcio dell’erba e degli arbusti presenti lungo il rio. Purtroppo non sono stati rimossi la maggior parte dei sedimenti che, nelle ultime giornate, hanno portato lo scolmatore del rio a non essere più in grado di adempiere all’adeguato scorrimento della grossa mole d’acqua. Durante lo straripamento delle ore 13 i cittadini del Campasso assistevano soli e impotenti, fino al loro arrivo, a quanto stava accadendo, nessuna pattuglia della PM o della Protezione civile era presente sul posto”.
Quindi ribadiscono: “In continuo contatto con il Presidente Falcidia, aggiornavamo un impotente Municipio rispetto all’evolversi della situazione. Municipi completamente svuotati da risorse e funzioni, sempre più accentrate nelle mani del Comune, e consiglieri municipali abbandonati a presidiare il territorio e le zone periferiche senza alcun mezzo di supporto.
La crisi del decentramento comporta un rischio maggiore nei territori periferici, sempre più abbandonati a sé stessi”.