Approvvigionamenti cannabis terapeutica, Pastorino (Linea Condivisa): “Assordante silenzio di Regione Liguria”

REGIONE LIGURIA: SCARSEGGIANO GLI APPROVVIGIONAMENTI DI CANNABIS TERAPEUTICA

Genova – Da molto tempo il Gruppo Regionale Linea Condivisa segue la tematica della cannabis terapeutica, infatti: ”Già nel mese di luglio avevamo sollevato il tema dell’approvvigionamento della cannabis terapeutica, e non era senz’altro la prima volta che si poneva in evidenza il tema” afferma il Capogruppo Gianni Pastorino, che incalza “il che è gravissimo perché dietro ci sono delle persone che soffrono e, per estensione, intere famiglie in difficoltà”.

“Infastidisce constatare che quattro associazioni – Infiorescenza, AISF, Associazione Internazionale Chiari e…-APS,  e Cittadinanzattiva -, hanno inviato più di un mese fa una richiesta di incontro all’Assessore Viale, denunciando che molti pazienti devono transitare da una ASL all’altra con enormi problemi, mentre altri sono costretti a interrompere il proprio percorso terapeutico in mancanza dei medicinali”. Prosegue il Consigliere Pastorino, e precisa: “Ricordiamo due punti essenziali: la cannabis terapeutica si è dimostrata la più efficacie per gestire il dolore che si presenta in molte malattie. È fondamentale dare continuità alla terapia, per non correre il rischio che i dolori ritornino, anche in chiave più acuta.”

In conclusione: “È francamente incomprensibile l’atteggiamento della Giunta e dell’Assessore Viale, che non ha ancora risposto alla richiesta di incontro delle associazioni. Spiace essere costretti ad alzare il livello del dibattito politico, ma l’insensibilità di fronte al malessere delle persone è insopportabile, e ci domandiamo se sia dovuta all’atteggiamento di chi ignora il problema o a impreparazione”.

Potrebbe interessarti anche

Sigarette, cannabis, eroina: quando il cervello va in fumo