Ceranesi, prima assemblea pubblica dei Cittadini Attivi sulla viabilità. Il Comitato: “Terremo alta la vigilanza finché la messa in sicurezza non sarà conclusa”

Genova – Grande partecipazione, ieri sera a Ceranesi, per l’assemblea pubblica organizzata dai Cittadini Attivi Ceranesi per fare il punto sulla viabilità della zona, in particolare rispetto ai lavori di ripristino della SP 4, cioè la strada di Santa Marta, e della strada ex Guidovia.

“Erano un centinaio le persone che si sono radunate per discutere dei problemi del territorio – scrive il Comitato in una nota stampa –, un pubblico attento, interessato e propositivo nei confronti del Comitato e del territorio”.
Una serata partecipata nonostante l’assenza delle istituzioni.
Scrive ancora il Comitato: “Ringraziamo la pubblica amministrazione per la concessione dello spazio per l’evento ma non possiamo fare a meno di rimarcare con stupore doloroso l’assenza della giunta comunale e degli altri enti preposti“.

Peccato perché le tematiche all’ordine del giorno erano le più scottanti. Ricorda il Comitato che “la chiusura e il crollo della SP 4, unita al grave stato della ex Guidovia, hanno deviato molto del traffico della valle sulle altre strade comunali e provinciali, evidenziandone tutti i limiti strutturali”, quegli stessi limiti che negli ultimi giorni hanno stretto la zona in un traffico caotico e ridotto ai minimi termini la sopportazione dei residenti.
Non solo. A tutto questo si aggiungono le rogne per la SP 51, la strada di Livellato, e per le strade comunali di via Lavaggi e via Marseno.

E non sono problemi da poco per la viabilità, tanto che il Comitato ha dichiarato che “si farà promotore, fin dalla prossima assemblea pubblica del 19 dicembre, delle domande e delle proposte avanzate ieri dalla cittadinanza” e ha precisato che si farà anche carico di mantenere alto il livello di vigilanza adottando tutti gli strumenti a propria disposizione – esperti e tecnici del settore, tra cui la Facoltà di Geologia di Genova -, fino a quando la messa in sicurezza per la mitigazione del pericolo del territorio comunale di Ceranesi non sarà completata“.

Potrebbe interessarti anche

Ceranesi, frana la strada per Santa Marta: cubi di cemento e asfalto finiscono nel torrente

CONDIVIDI