Due dormitori chiusi a Genova, 43 sfortunati senza una capanna. Buon Natale

Genova – L’amministrazione Bucci chiude due dormitori la notte di Natale, si tratta del Massoero e della struttura di vico Stoppieri. Durissima la reazione del PD genovese che con una nota stampa denuncia: “Nella notte di Natale, la capanna a Genova non è per tutti”.

“43 Uomini e donne senza una capanna.
Paolo, Mario, Simone, Luciano, Tommaso, Sergio, Emanuela, Samuele, Simona , Giovanna, Marco, Stefania, Giorgio, Jonny, Cristiano, Matteo,Mattia, Gianni, Andrea, Andreina, Luciana, Carmelo, Lucia, Nicolò, Alessio,Alessandra, Alessia, Carlo,Carletto, Davide, Elia, Franco,Francesca, Giuda, Ileana, Loris, Nando, Orazio, Roberto, Ronald, Valeria, Nello, Vladimir.
Nomi di fantasia per 43 persone vere che dormiranno senza una capanna perché l’amministrazione Bucci ha chiuso il dormitorio Massoero, 36 posti, e il dormitorio in vico Stoppieri, 22 posti, per cause di sicurezza ma ne ha recuperato solo 15 grazie alla grossa disponibilità degli enti e delle associazioni a Genova presenti e diffusi che si occupano di persone senza dimora da anni. E per gli altri e le altre? Niente.
Ma sarà una bella notte con tanti bei propositi dei nostri amministratori. Tanti auguri e gioia ma per quei 43 Uomini e Donne non ci sarà un posto al caldo nonostante tutto l’impegno della rete del volontariato e della solidarietà . 43 posti sono tanti o forse pochi per qualcuno.
Speriamo che, se li trovano a dormire sui marciapiedi e nei sottopassi, non li facciano multare. Ma sì, a Natale saranno più buoni”.

Cristina Lodi
Capogruppo PD in Consiglio comunale

CONDIVIDI