Rapine a mano armata e sequestro di persona: la Polizia incastra baby gang milanese

Milano – Lo scorso fine settimana, la Polizia di Stato del Commissariato Porta Genova della Questura di Milano ha eseguito  un’ordinanza di custodia cautelare del collocamento in comunità nei confronti di due minorenni e di un 18enne egiziano, accusati di aver commesso, lo scorso gennaio 2019, tre rapine ai danni di coetanei, con le aggravanti di aver agito con particolare ferocia, a mano armata e in gruppo, sequestrando le vittime e in alcuni episodi tentando anche di costringerle a collaborare nella perpetrazione di altre rapine.

L’attività investigativa condotta dai poliziotti è scaturita dalle dettagliate denunce da parte delle vittime e dei rispettivi genitori. Sviluppatesi dapprima dalle risultanze deitabulati telefonici e informatici dei telefoni rapinati, le indagini sono poi proseguite con la visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza, a cui si è aggiunta un’attività di individuazione, appostamento, informazione e pedinamento per corroborare le risultanze acquisite che hanno giustificato la richiesta da parte del PM dei minori delle custodie cautelari nei confronti degli indagati.

Al termine degli accertamenti investigativi, le successive perquisizioni delegate hanno dato esito positivo rinforzando il quadro probatorio nei confronti dei tre, i quali risultano aver avuto altresì contatti con un’altra banda di minori, arrestata un anno fa, che praticava le stesse attività criminose con il medesimo modus operandi, dimostrando da parte dei tre, non solo una spiccata attitudine all’associazionismo criminoso interno alla banda stessa, ma una ancor più preoccupante interrelazione esterna con altre realtà criminose analoghe, quasi a evidenziare una dimensione imprenditoriale del crimine così organizzato.

CONDIVIDI