“Un figlio gay lo brucerei nel forno”, inizia domani il processo per il consigliere regionale ligure Giovanni De Paoli

Giovanni De Paoli

Genova – Inizia domani il processo contro il consigliere regionale Giovanni De Paoli, all’epoca in quota Lega, querelato dall’Agedo Genova – l’Associazione genitori di omosessuali – per aver pronunciato nel palazzo della Regione, il 10 febbraio 2016, la frase shock “se avessi un figlio gay lo brucerei in un forno”, udita in corridoio da due rappresentanti dell’associazione dopo un’audizione in commissione consiliare del coordinamento Liguria Rainbow.

Il consigliere, che a luglio dello scorso anno ha lasciato il Carroccio per aderire al Gruppo Misto, ha sempre smentito l’affermazione omofoba. Ora sarà la magistratura a fare chiarezza.

st

Potrebbe interessarti anche

Famiglie Arcobaleno, Grassadonia: “Serve una legge nazionale che riconosca la doppia genitorialità. Abbiamo il diritto di essere famiglie a pieno titolo”

CONDIVIDI