Quale mobilità per la Valpolcevera? Chiamami Genova chiede a Piciocchi date certe per la riapertura di via Perlasca e corso Perrone

Genova – Tra frane e muraglioni pericolanti la vita di corso Perrone è diventata complicata. Arteria fondamentale di collegamento della Valpolcevera al centro cittadino e al Ponente, la strada è chiusa ormai da dicembre scorso, dopo la frana dell’orto collettivo, alla quale più recentemente si è aggiunto il crollo del terreno sotto l’area ex-Colisa, dove vengono stoccati i materiali di scavo del Terzo Valico.

Per questo il gruppo consiliare di Chiamami Genova si è fatto portatore, ieri durante il consiglio del Municipio V, degli interessi dei pendolari della Valpolcevera, ormai stremati dal via vai di transenne e divieti, e ha chiesto all’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni del Comune di Genova, Pietro Piciocchi, date certe per la riapertura di corso Perrone e di via Perlasca.

“Durante la seduta consiliare del V Municipio Valpolcevera che si è tenuta ieri, tra i vari punti all’ordine del giorno è stata discussa una nostra mozione su Via 30 Giugno 1960scrivono in una nota i consiglieri Davide Ghiglione e Sara Gallo -. A seguito delle chiusure di Corso Perrone, quella nella parte finale di Via Perlasca, Via 30 Giugno 1960 permane la principale arteria urbana di scorrimento dalla Valpolcevera verso il centro cittadino e il Ponente genovese, unitamente alle vie di sponda sinistra del Polcevera, dove passano i principali mezzi del trasporto pubblico locale. Purtroppo questa situazione comporta ormai da mesi una congestione di Via 30 Giugno provocando situazioni di pericolosità dovute a sorpassi, inversioni, e così via.
L’assessore Piciocchi, che ha partecipato alla prima parte della seduta, in cui si è discusso del Documento Unico di Programmazione del Comune di Genova, avendo anche la delega ai lavori pubblici, si è detto ben conscio della situazione e ha rimarcato come sia essenziale la sicurezza  prima del ripristino della viabilità in Corso Perrone“.

“Condividiamo le considerazioni dell’assessore – conclude la nota -, ma il problema sicurezza oramai riguarda anche Via 30 Giugno 1960, per questo la nostra mozione, votata in modo unanime da tutti i gruppi consiliari, richiede con forza date certe in merito alla riapertura di Corso Perrone e Via Perlasca che permetterebbero quindi di avere un alleggerimento della viabilità”.