Autoparco a Cornigliano? Inevitabile… E il Sindaco in cambio offre compensazioni

Genova – Inevitabile il trasferimento dell’autoparco a villa Bombrini, ma solo per il tempo necessario a terminare la costruzione del nuovo viadotto Polcevera e mettendo in atto alcune misure in compensazione.
È questa la situazione che si è delineata per Cornigliano dopo l’incontro di questa mattina, a Tursi, tra  il Sindaco Bucci e i comitati del quartiere, una contropartita che andrà definita in un’assemblea pubblica non ancora fissata. Tra le richieste rientrerebbero i lavori sull’illuminazione pubblica, i marciapiedi e un’accelerazione del cantiere di via Cornigliano, in ritardo di sei mesi sul cronoprogramma.
E così un diritto già ampiamente consolidato e sudato da una delegazione che ha subito per anni l’altoforno e che attende ormai da molto tempo la riqualificazione, si trasforma nel contentino per la millesima servitù.
Ma si sa, il Ponente genovese è abituato ad accontentarsi di poco…

st

Sull’autoparco nell’area A5 leggi anche

Autoparco nell’area A5, scacco a Cornigliano

Autoparco a Bombrini, dopo la diffida parte la protesta: appuntamento con le Donne di Cornigliano sabato 15 ai giardini Melis